domenica 2 dicembre 2012

RACCOLTA FIRME CONTRO IL PIANO QUADRO DI BOTTENAGO


Giovedì sera, nella sala dell’oratorio di Carzago si sono incontrati, per discutere di una visione comune per il futuro del nostro territorio, e di Bottenago in particolare, tanti amministratori dell’area gardesana e della valle del Chiese (maggioranze e minoranze: Bedizzole, Calvagese, Lonato, Muscoline, Padenghe), tanti esponenti di comitati per la tutela dell’ambiente ma, soprattutto, molti cittadini consapevoli e determinati a voler concorrere attivamente a quelle decisioni che, invece, spesso vengono assunte altrove ma pesano sulla qualità della vita di ciascuno di noi.

Dal partecipato incontro sono emerse alcune linee strategiche utili a promuovere e consolidare un vasto e, ci auguriamo, efficace movimento di opposizione e contrasto allo sconsiderato progetto di trasformazione della valletta di Bottenago, ostinatamente portato avanti dall’amministrazione comunale di Polpenazze:

SUPERARE LA DIMENSIONE LOCALE del dibattito per inquadrare il  problema nel più vasto tema generale della salvaguardia e della rivalutazione di quanto rimane del territorio gardesano, splendido e devastato;

SUPERARE RIVALITÀ, ANTAGONISMI E DIVISIONI di campanile (tra amministrazioni e cittadini, tra comunità locali, tra “noi” e “voi”…) per concentrarsi su un’azione comune, efficace e mirata all’obiettivo condiviso;

METTERE IN CAMPO UNA PROGETTUALITÀ ALTERNATIVA, insieme all’opposizione contro la devastazione ambientale, per contrapporre propositivamente un diverso modello di sviluppo basato sulle vere vocazioni del territorio (facciamo nostro il prezioso suggerimento di Gabriele Lovisetto, segretario del Comitato promotore del Parco delle Colline Moreniche del Garda, affinché le amministrazioni confinanti concretizzino strumenti di tutela del territorio attraverso l’istituzione di Parchi Locali di Interesse Sovracomunale);

ESERCITARE UN’AZIONE DI PRESSIONE E VIGILANZA costanti sugli Enti preposti al controllo della trasformazione del territorio e della salute dell’ambiente (Regione, Provincia, Soprintendenza, ARPA, ASL…) segnalando le contraddizioni e le omissioni di ruolo già individuate, ponendoli (e facendoli sentire!) sotto osservazione, sotto gli occhi vigili e attenti di centinaia di cittadini consapevoli, perché le decisioni che interessano la collettività non avvengano solo nelle segrete stanze degli apparati burocratici;

MANTENERE ALTO IL LIVELLO DI ATTENZIONE, moltiplicando le iniziative di informazione, sensibilizzazione e dibattito (stiamo organizzando un nuovo incontro, con la collaborazione del Comune di Muscoline) per interessare e coinvolgere sempre di più i cittadini e i mezzi di comunicazione (stampa, radio-tv, internet…).

Per questo, per far sentire alta la nostra voce, da giovedì sera ha preso l’avvio la raccolta di firme “QUALE DESTINO PER BOTTENAGO?” che dovrà costituire l’indispensabile supporto di tutte le future iniziative che sapremo intraprendere.

CONFIDIAMO SUL VOSTRO SOSTEGNO...
Per contattare il gruppo scrivi a comunita.viva.polpenazze@gmail.com

Nessun commento:

Posta un commento